Come combattere la muffa in maniera efficace

Ogni anno la stessa domanda: come combattere la muffa in maniera definitiva?
Di rimedi ne hai provati tanti, purtroppo senza alcun esito positivo e la muffa si è sempre riformata.

Ormai anche le speranze ti hanno abbandonato e temi che non possa esistere qualcosa contro la muffa che funzioni davvero.
Sei stanco di non risolvere e sprecare in più, soldi e fatica inutili 🙁

In questo articolo ti svelerò cosa c’è oltre alle famigerate pitture antimuffa, che contro la muffa, fanno veramente ben poco, aprendoti gli occhi ad altre prospettive 😉


Come combattere la muffa? Non con le pitture antimuffa

Con il nome pittura antimuffa si intende un prodotto con una determinata azione: agire contro la muffa, contrastandola e prevenendone la ricomparsa.
Di fatto però, l’azione delle pitture antimuffa non è propriamente quella e la sua azione contro la muffa dura bene poco e il problema ritorna.

Come mai però questo tipo di pittura non previene e risolve il problema della muffa?

Si tratta evidentemente di un prodotto che contro la muffa, non agisce sulla radice del problema, in profondità ma solo a livello superficiale e per questo che si riforma.
In pieno inverno, ci possono volere anche solo poche settimane per far ritornare tutto come prima 🙁

Prima di capire a questo punto come combattere la muffa in maniera definitiva, visto che le pitture antimuffa sembrano non “funzionare”, meglio prima concentrarsi sul nemico: la muffa.

Perchè si forma la muffa

muffa


La muffa si forma per determinate circostanze, dove incidono in maniera considerevole due indicatori: umidità e temperatura.
La stretta relazione tra le due, implica una condizione tale, per cui le spore della muffa riescano a svilupparsi.

Attingono nutrimento dalle superfici fredde e umide, sviluppandone altre e altre ancora, fino a rendersi visibili con macchioline o angoli anneriti.

Ecco perché le muffe si concentrano principalmente in zone più fredde e più umide come nelle pareti rivolte verso l’esterno, in pilastri in cemento armato o dove ci sono dei montanti metallici.

In questi punti difatti, la differenza di umidità e temperatura rispetto all’ambiente o rispetto alla parete stessa è così rilevante da formare un ponte termico.


Perchè le pitture antimuffa non risolvono per combattere la muffa

Le pitture antimuffa sono delle normali pitture da interno che servono a imbiancare i muri e donare nuovo splendore alle pareti. Bianco o colorato che sia, danno l’effetto estetico desiderato.

All’interno della pittura antimuffa c’è un biocida (bio= vita cida= distruggere), una sostanza chimica per lo più cloro (presente anche nella comune candeggina) in grado di uccidere i microrganismi, tra cui le muffe.
I biocidi uccidono i microrganismi ma risultano tossici per la nostra salute e per questo motivo andrebbero evitati.

Appena applicate le pitture antimuffa coprono la macchia nera della muffa, riportando la zona a bianco, cancellandola.
A te sembra che il “lavoraccio” di imbiancare la tua muffa sia così finalmente risolta, ma purtroppo non è così .
Nel giro di poco tempo (che può essere anche di qualche settimana soprattutto nel periodo invernale), i primi puntini di muffa ricompariranno.

Viene così meno l’effetto disinfettante che avresti sperato essere definitivo e risolutivo.
Purtroppo l’azione del biocida contenuto nella pittura, ha una durata che non è propriamente quella che vorresti tu, non dura difatti degli anni!

Il suo potere si affievolisce con il tempo e quando le spore della muffa, si ritrovano nelle stesse condizioni di prima per umidità e temperatura, ricominciano indisturbate il loro lavoro.
Ecco perchè ti ritrovi i puntini di muffa in men che non si dica che, di nuovo, andranno trattati ed eliminati!

Un vero e proprio circolo vizioso della muffa che si sussegue.

Se le pitture antimuffa non funzionano, come combattere la muffa?


Pannelli contro la muffa


C’è anche chi stufo di rivedere la muffa, tenta un’altra strada, oltre alle vernici antimuffa: i pannelli.

Sei davvero sicuro che i pannelli possano sconfiggere la muffa?

Si tratta di pannelli che possono essere di svariati materiali come polistirolo, sughero e altro ancora.
Fino ad arrivare ai pennelli termici, con rivestimenti come la lana di roccia o altri materiali supermoderni, nanotecnologici, ben più prestigiosi e costosi.

La loro applicazione è molto semplice.
Dal semplice incollaggio su superficie muraria (come i pannelli in polistirolo), a quelli che utilizzano montanti metallici che agiscono ancorando i pannelli alla superficie da trattare.

Vengono per lo più applicati nei punti “critici”, quelli più freddi e che magari hanno già reso visibili le muffe con le loro tipiche colonie nero carbone.

Forse non sai che incollare o mettere un pannello sopra ad una superficie umida che genera muffa “viva”, non è tanto diverso che mettere una toppa sopra ad un buco.
Il buco sotto alla toppa c’è ed è un dato di fatto, come la muffa nell’angolo freddo.

Se ci metti una toppa, che nel nostro caso specifico è il pannello, la muffa viene così nascosta alla vista ma non risolta e continuerà infatti a crescere a tua insaputa, dietro al pannello.

A quel punto, una volta “murata viva” come potrai controllarla?

Solo abbattendo il pannello!
E quando arriverai a quel punto, sarà troppo tardi.
Da un piccolo angolo, ti troverai una zona contagiata dalla muffa ancora più estesa rispetto all’inizio.
Maggiori spese dovranno essere impiegate per la gestione del problema e l’ambiente risulterà così, completamente contaminato da spore.

Ecco quindi che i pannelli NON sono la soluzione per combattere la muffa.

Le pitture termiche

Le pitture termiche permettono, rispetto a quelle antimuffa, di ridurre le dispersioni termiche delle pareti con un conseguente risparmio energetico.
Agiscono come ANTICONDENSA prevenendo così anche la muffa!

Queste pitture sono in grado di ridurre la condensa grazie ad additivi speciali e nanotecnologici che non si vedono ad occhio nudo. Si tratta di resine che contengono principalmente microsfere cave di vetro o ceramica o di altro materiale.

Agiscono all’interno degli ambienti abitativi creando un effetto barriera che:

  •  aumenta l’isolamento;
  • mantiene la temperatura a livello costante;
  • riduce la formazione di condense e di conseguenza delle muffe.

All’esterno le pitture termiche agiscono nello stesso modo con “effetto a barriera” contro il calore estivo o il freddo invernale.

I prodotti termici, come le pitture termiche, possono essere utilizzate come:

  1. prevenzione dalla muffa con effetto coibentante, se la muffa non è ancora comparsa nei tuoi ambienti e desideri tenerla lontana ancora per molto tempo;
  2. risoluzione della muffa esistente, previa opportuna igienizzazione.

Se c’è muffa nella tua casa non devi sottovalutare l’igienizzazione che dovrà essere eseguita con prodotti idonei, atossici e veramente efficaci contro le spore della muffa.

Non tutte le pitture termiche sono uguali e non tutte sono in grado di risolvere la muffa allo stesso modo.
Molto infatti dipende dalla gravità del ponte termico esistente.
Tanto più la differenza di temperatura nel ponte termico, rispetto al resto della parete sarà alta (si parla anche di gradi di temperatura), tanto più difficile sarà risolverlo.

Ecco perchè intervenire con una qualsiasi pittura termica può non dare i risultati sperati e la muffa può ritornare.

Quindi anche le pitture termiche hanno un limite.

Bastamuffa un valido sistema per combattere la muffa

Al momento, non esiste ancora un solo prodotto che permetta un recupero termico di un certo rilievo e che nello stesso tempo igienizzi anche la muffa.

Il primo passo da fare per cominciare la lotta contro la muffa è igienizzare e disinfettare tutte le spore della muffa esistenti.
Per farlo c’è il kit bloccamuffa.

Un cofanetto con tutto l’occorrente necessario per trattare la muffa, con prodotti atossici per la tua salute e quella della tua famiglia, da applicare in tutta sicurezza.

Approfondimento –> kit bloccamuffa

Hai provato in tutti i modi a far sparire la muffa ma è ancora lì? La tua famiglia è in pericolo!

Scarica Gratis il nostro Ebook e scopri come eliminare definitivamente la muffa!

IN CONCLUSIONE

E possibile combattere la muffa in maniera efficace e duratura nel tempo, per farlo puoi partire dal kit bloccamuffa per igienizzare e a seguire, un trattamento mirato e su misura, garantirà il risultato con “il piano di lavoro Bastamuffa”.

Ecco come sono riuscito a fare felici più di 9000 famiglie che hanno eliminato la muffa per sempre dalla loro casa.
Ora tocca a te, io sono pronto ad aiutarti, cosa aspetti?

A presto,
Giuseppe Tringali

Giuseppe Tringali
Giuseppe Tringali - Bastamuffa

Giuseppe Tringali - Bastamuffa

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Torna su