trucchi per la muffa

Trucchi per evitare muffa da condensa: tutto quello che occorre sapere per non averla in casa

La muffa in casa può dipendere da molti fattori, ma la causa più comune è la condensa.

Se hai notato macchie nere sulle pareti, tra le fughe delle piastrelle o vicino alle finestre, sappi che questi agglomerati di muffa sono strettamente correlati alla presenza di condensa.

In questo articolo ti spiego quali sono i trucchi per evitare la muffa di condensa, semplici azioni alla portata di tutti che possono aiutarti a risolvere il problema.

I 7 semplici trucchi per evitare muffa da condensa e prevenirla

come evitare la muffa

Che cos’è la muffa da condensa

Prima di mettere in campo le soluzioni per la muffa da condensa, dobbiamo conoscere il fenomeno della condensa e, dunque, capire perché si forma.

Quando parliamo di condensazione, ci riferiamo alla trasformazione dell’acqua dallo stato aeriforme allo stato liquido per mezzo di raffreddamento.

Ti stai chiedendo come è possibile che ciò avvenga in casa tua?

Ebbene, questo processo avviene più spesso di quello che si possa pensare!

Ecco alcuni esempi:

  1. Bagno: dopo una doccia o un bel bagno caldo il vapore acqueo generato si deposita su maioliche, specchi e pareti. Il contatto del vapore caldo con le superfici fredde causa la trasformazione dello stato dell’acqua (da aeriforme a liquido). Puoi ben notare anche tu come gli specchi e i rivestimenti delle pareti si appannino. La stessa cosa accade a contatto con le pareti e le maioliche.
  2. Cucina: quando fai bollire l’acqua per preparare la pasta o altre pietanze, puoi notare la nube di vapore che sovrasta i fornelli e che, inevitabilmente si deposita su pensili, muri e soffitti. Queste superfici avendo temperature inferiori raffreddano il vapore e cambiano il suo stato.

Le situazioni che ho appena descritto avvengono quotidianamente e sono sotto gli occhi di tutti, ma non sono le uniche. Senza rendercene conto, anche noi produciamo circa 2,7 kg di vapore acqueo con le azioni di tutti i giorni: lavandoci, dormendo, cucinando, stirando e facendo il bucato.

Se moltiplichi questo valore per il numero di persone che vivono in casa, puoi ben capire quanto facilmente si possa alzare il tasso di umidità interna, creando le condizioni idonee allo sviluppo del fungo.

Hai letto bene, la muffa è un organismo pluricellulare appartenente alla famiglia dei miceti, che si riproduce per mezzo di spore. L’agglomerato è molto resistente, adattabile e predilige gli ambienti umidi e bui. Purtroppo spesso capita di sottovalutare i primi puntini neri per poi accorgersi della sua presenza quando ha ormai colonizzato vaste aree. Umidità e condensa rappresentano, dunque, gli elementi nutrienti fondamentali per lo sviluppo della muffa.

Per evitare la muffa, identifica le aree a rischio

Il metodo migliore per prevenire la muffa è controllare bene le aree a rischio

  1. Pareti dove passano le tubature e possono verificarsi perdite che, se trascurate, causano muffa e problemi strutturali più gravi.
  2. Dietro i mobili e i pensili, soprattutto se poggiano su pareti esposte a nord-est. Freddo, polvere e assenza di circolazione d’aria sono condizioni perfette per la formazione di muffa.
  3. Eventuali grondaie, tetti e infissi danneggiati possono causare infiltrazioni d’acqua.
  4. Fughe tra le maioliche del bagno e della cucina o ogni luogo dove vi è presenza di acqua e umidità. 

Vale sempre il principio che un intervento tempestivo sul problema evita danni peggiori e di conseguenza anche costi maggiori.

“Asciuga” le aree umide per evitare la muffa

La muffa non si forma se non trova condizioni favorevoli in cui riprodursi: l’umidità è una di queste. Quello che devi fare è, quindi, adottare una serie di azioni virtuose per mantenere basso il livello di umidità. Piccole modifiche quotidiane possono fare una grande differenza:

  1. Asciugare subito le superfici bagnate 
  2. Evitare di lasciare oggetti bagnati o umidi in giro o nella lavatrice
  3. Evitare di stendere i panni in casa

Asciugando e mantenendo sotto controllo il tasso di umidità interna andrai a contrastare la formazione di muffa e godrai di un ambiente più salubre.

Il trucco per evitare la muffa e l’umidità? La ventilazione adeguata

Una delle azioni più naturali e più semplici per prevenire il problema della muffa da condensa è la ventilazione adeguata degli ambienti.

Ventilare non significa aprire la finestra, ma aprire il maggior numero di finestre per creare un vero e proprio flusso d’aria che assicuri il ricambio necessario. Bastano pochi minuti più volte al giorno, tutti i giorni.

Nei locali privi di finestre il ricambio d’aria può essere effettuato installando sistemi di aerazione forzata (VMC) in grado di estrarre l’aria esausta e immettere aria fresca.

In cucina per evitare umidità eccessiva basta attivare la cappa d’aspirazione e, ove possibile, aprire le finestre. 

Monitorando l’umidità all’interno casa, puoi evitare la muffa

Per essere sicuro di avere il giusto tasso di umidità in casa puoi utilizzare un termoigrometro portatile, uno strumento dall’uso intuitivo e facilmente reperibile sul mercato.

I valori ottimali di umidità relativa sono compresi tra il 40% e il 55%. Se rilevi tassi superiori, devi adoperarti per riportarli nel range consigliato. Segui le raccomandazioni di seguito elencate per prevenire efficacemente la muffa da condensa. 


Scarica Gratis il nostro Ebook e conosci veramente la muffa!

Ecco il parere scientifico di un'agronoma esperta di microorganismi e muffe per conoscere la muffa.

Convogliare l’acqua lontana da casa

Per mantenere casa asciutta, oltre che dall’interno, bisogna agire all’esterno: monitorare costantemente grondaie e ristagni di acqua piovana è una buona abitudine che mette al riparo la struttura.

Convogliando l’acqua lontano dall’abitazione, si evita infatti che la stessa penetri all’interno causando umidità, allagamenti e muffa. 


Pulire o riparare le grondaie del tetto

Rimanendo in tema, le grondaie devono essere periodicamente liberate da foglie, muschio, terra o nidi che ostruiscono il regolare deflusso delle acque.

Cerca di riparare anche le piccole perdite, che a lungo andare possono causare danni più gravi. L’acqua stagnante nelle grondaie finisce inevitabilmente per infiltrarsi nei muri o nel tetto con le conseguenze di cui abbiamo già parlato. Un’osservazione costante e un intervento tempestivo ti salvano da riparazioni costose e invasive.


Arieggiare: il trucco più semplice per evitare la muffa

Movimentare l’aria attraverso l’apertura delle finestre è un toccasana per te, la tua famiglia e per la tua casa.

L’aria fresca abbatte la concentrazione di contaminanti, migliorando la qualità dell’aria indoor. Inoltre, abbassando l’umidità interna eviterai la formazione di condensa su muri, mobili e rivestimenti.

Per scongiurare il pericolo di formazione di muffa dietro l’armadio, lascia uno spazio di qualche centimetro tra lo schienale e la parete: l’aria circolando anche dietro il complemento manterrà asciutto il pannello e gli abiti in esso contenuti.


Controlla che gli infissi non abbiano infiltrazioni

Ultimo consiglio, ma non meno importante: controlla attentamente la tenuta degli infissi. Se li hai montati già qualche anno, potrebbero avere una rendimento ridotto e lasciar penetrare l’acqua. Se noti delle macchie sul muro proprio in prossimità della cornice dell’infisso, provvedi subito a chiamare uno specialista o alla sostituzione con un modello di ultima generazione.  

I nuovi infissi a taglio termico aumentano le prestazioni energetiche della casa poiché sono altamente isolanti. Ricordati comunque di aprire spesso le finestre ed effettuare il ricambio d’aria, altrimenti rischi che il tasso di umidità raggiunga il punto di rugiada e cominci a formarsi la condensa.


Come evitare definitivamente la muffa

Finora ti ho parlato di semplici trucchi per prevenire la muffa da condensa.

Ma come comportarsi se la muffa si è già presentata?

In questo caso è necessario indagare e capire quali sono le cause della formazione. A volte può dipendere da difformità strutturali o scarsa coibentazione e in questi casi non basta certo detergere con il primo prodotto disponibile.

A proposito di metodi per eliminare la muffa da condensa, sappi che pulire la muffa non equivale a eliminare la muffa! La pulizia può rimuovere forse i puntini neri iniziali, ma il miceto continua a riprodursi negli strati più profondi e presto lo rivedrai riapparire in superficie. Evita prodotti tossici e pericolosi (candeggina o similari) che non fanno altro che contaminare l’aria che respiri e danneggiare l’ambiente. 

Per combattere la muffa definitivamente serve la consulenza di personale specializzato che possa consigliarti un trattamento specifico per il tuo caso.

La muffa non è tutta uguale, così come non lo sono gli ambienti in cui essa prolifera.

Bastamuffa da anni si occupa di bonificare le case dalla muffa, applicando un protocollo innovativo per l’individuazione delle cause della sua formazione e la rimozione definitiva del problema.

Non ti vendiamo un unico e singolo prodotto, come quelli che trovi in vendita nei supermercati, nei negozi specializzati oppure online, non ti risolverebbe il problema della muffa. Ogni problematica infatti è generata da situazioni differenti, che vanno analizzate e studiate per creare un trattamento personalizzato.

Cosa significa?

Dopo aver effettuato un’analisi gratuita che ci permette di definire la tipologia di muffa che ha colonizzato la tua casa e di identificare i fattori che l’hanno generata (posizione geografica, microclima interno, livello di coibentazione, trattamente effettuati in precedenza ecc) definiamo il trattamento efficace per eliminare per sempre la muffa da casa tua. Ciò prevede l’utilizzo di una serie di prodotti che vanno applicati con un ordine, un numero di passate ed un metodo specifico. Un nostro tecnico sarà sempre a tua disposizione per aiutarti. 

I prodotti Bastamuffa sono atossici e privi di sostanze pericolose per la salute. Dopo il trattamento puoi tranquillamente godere dei tuoi spazi, senza nessun rischio per te e per i tuoi famigliari. A riprova dell’efficienza del trattamento per combattere la muffa, Bastamuffa offre una garanzia di ben dieci anni


Richiedi la valutazione!

Muffa in Casa?


IN CONCLUSIONE

La prevenzione è un’arma sempre efficace per evitare complicazioni, soprattutto quando hai a che fare con impianti, infiltrazioni, perdite, ristagni d’acqua e via dicendo.

Una manutenzione costante della casa sia internamente che esternamente ti mette al riparo da possibili formazioni di muffa da condensa. Se, però, la situazione ti è sfuggita di mano e la muffa ha preso il sopravvento, non perdere tempo con soluzioni improvvisate perché rischi di spendere tanto e non ottenere risultati.

Affidati alla competenza di Bastamuffa per liberarti definitivamente dall’odioso fungo e vivere serenamente la tua casa!

A presto,
Giuseppe Tringali

Giuseppe Tringali - Bastamuffa

Dal 2010 Bastamuffa aiuta le famiglie italiane a liberarsi della muffa:

Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I dati della muffa: perché aumentano gli immobili nuovi o ristrutturati con muffa? perché aumenta la sfiducia verso le soluzione temporanee?
SCARICA QUI

e-book sulla muffa

Anche tu ti ritrovi ogni anno alla ricerca di un METODO che funzioni davvero CONTRO LA MUFFA?
SCARICA QUI

Stai pensando di cambiare i mobili ma hai muffa in casa? Scopri come arredare in sicurezza la tua casa, senza più rischiare la muffa...
SCARICA QUI

Articoli recenti

umidità in casa
Prevenzione della muffa

Umidità in casa e muffa

La muffa è un organismo vivente pluricellulare che fa parte della vastissima famiglia dei funghi. Si presenta come un insieme di miceli, che prolifera in

Leggi Tutto »

Seguici sui social
per rimanere sempre aggiornato!

Tante famiglie nel gruppo Facebook Eroi Bastamuffa seguono le nostre dirette domenica alle 14.00!

Più di 8.500 iscritti sul nostro canale Youtube

Siamo appena sbarcati su Instagram!

Parlano di noi