muffa e candeggina

Muffa e Candeggina, corrodere le pareti senza uccidere la muffa!

Muffa e candeggina sono uno dei binomi più utilizzati.

La candeggina è infatti uno dei prodotti più economici e più usati per pulire le macchie di muffa, vuoi perché è sempre a portata di mano, vuoi per il passaparola tra vicini, amici e familiari ormai abituati a questa soluzione pratica e veloce.

Sai qual è una delle affermazioni più comuni tra gli utilizzatori del famoso igienizzante?

“Si, è vero, ha un odore pungente e fastidioso, ma costa poco ed è risolutiva per la muffa!”

In questo contributo voglio spiegarti che cos’è la candeggina, come agisce e se veramente, come molti dicono, è la panacea contro la muffa!

Che cos’è la candeggina?

La candeggina, altrimenti detta varechina, è il nome popolare dell’ipoclorito di sodio in soluzione acquosa. Viene normalmente usato nelle faccende domestiche per smacchiare, sbiancare e igienizzare superfici e tessuti. Una delle caratteristiche del prodotto è proprio il suo odore forte, dovuto al cloro, che durante l’uso obbliga ad aprire le finestre. 

L’ipoclorito di sodio viene usato anche nei prodotti disgorganti per liberare i tubi di scarico dalle otturazioni ed è anche contenuto in piccole percentuali negli spray antimuffa in commercio. A proposito di percentuali, devi sapere che già al 5% (quantità generalmente presente nella candeggina) l’ipoclorito di sodio è tossico per l’essere umano.

Veniamo al dunque… la candeggina funziona veramente per eliminare la muffa dai muri?

Candeggina per la muffa, è efficace?

Anche tu hai provato a togliere la muffa sui muri con la candeggina?

Magari grattando bene con una spugnetta abrasiva? Hai anche ripetuto lo stesso trattamento perché i puntini sono ricomparsi?

Mi dispiace dirti che hai fatto una fatica inutile! 

L’ipoclorito di sodio è un composto volatile ed evaporando perde la sua proprietà ed efficacia. La candeggina dunque elimina solo la macchia superficiale, ma non combatte la causa della formazione della muffa.

Le spore più in profondità continuano indisturbate il loro ciclo vitale e dopo poco tempo ricominciano ad annerire la superficie. La muffa è un fungo molto resistente e in grado di riprodursi velocemente, se non opportunamente trattato.

Ma c’è di più!

Strofinando la superficie contaminata favorisci il distacco delle spore, che una volta nell’aria possono essere facilmente inalate e creare reazioni allergiche pericolose.

A questo punto hai ben due problemi:

  • tossicità della candeggina
  • pericolosità delle spore in circolazione! 

Perché usare la candeggina è pericoloso 

Hai mai letto con attenzione l’etichetta della candeggina?

I simboli avvertono chiaramente gli utilizzatori della corrosività e tossicità per l’uomo e l’ambiente.

Prima di usare questo prodotto infatti bisogna sempre munirsi di dispositivi protettivi (guanti e mascherina) e dopo l’uso è bene aprire le finestre e cambiare l’aria per evitare di intossicarsi.

Una buona qualità dell’aria che respiriamo all’interno delle nostre case è importante per il benessere di tutta la famiglia, soprattutto quello dei bambini. L’uso di solventi chimici contribuisce insieme ad altri contaminanti biologici (virus, batteri e muffe) e allergeni comuni (acari e pollini) a peggiorare i livelli di inquinamento indoor. 

Uso della candeggina: i 7 pericoli principali

Volendo ricapitolare i rischi connessi all’uso della candeggina, ecco un elenco di 7 pericoli da non sottovalutare:

  • È una sostanza corrosiva e tossica da utilizzare con dispositivi protettivi 
  • L’odore acre e fastidioso permane nell’ambiente per lungo tempo, anche aprendo le finestre
  • Non è una soluzione risolutiva per la muffa
  • L’uso costante della candeggina sulle pareti corrode la pittura
  • Il suo effetto sbiancante temporaneo ti fa credere di aver eliminato la macchia di muffa sul muro
  • Non disinfetta in profondità, infatti evapora rapidamente e in poco tempo le spore ricominciano a colonizzare l’area
  • È dannosa per la salute degli occupanti della casa

Perché dunque ostinarsi a utilizzare prodotti pericolosi che non risolvono il problema della muffa sui muri? 

Come sconfiggere la muffa 

Ho una buona notizia per te!

È possibile togliere la muffa sui muri definitivamente, basta rivolgersi a chi di muffa se ne intende e ogni giorno risolve il problema in moltissime abitazioni. 

La famiglia delle muffe è vastissima e ogni tipologia del fungo ha gradi di pericolosità diversi. Converrai con me che se le muffe non sono tutte uguali, non può esistere un unico prodotto efficace per tutte! 

Per sconfiggere il fungo definitivamente, non basta pulire la macchia sul muro con la candeggina o qualsiasi spray commerciale a base di ipoclorito di sodio.

Prima di tutto bisogna capire le cause della formazione della muffa, controllare bene l’ambiente e verificare l’estensione della macchia (anche dietro i mobili). Poi, una volta individuato il tipo di muffa, si procede all’elaborazione di un trattamento ad hoc. 

Bastamuffa da anni si occupa esclusivamente di trattamenti antimuffa, utilizzando prodotti 100% naturali (privi di formaldeide, cloro e biocidi), in grado di:

  • Disinfettare in profondità la parete, inibendo così la riproduzione delle spore
  • Creare una pellicola protettiva che blocca umidità e condensa
  • Formare uno scudo termico sui cosiddetti “punti freddi”

A testimonianza della sua efficacia, il protocollo Bastamuffa offre una garanzia di 5 anni per il trattamento Standard e di 10 anni per il trattamento Silver. La speciale formula agli ioni di litio del trattamento Silver ha una capacità antibatterica e termoriflettente potenziata, che permette una maggiore estensione di garanzia. 

Eliminare la muffa sui muri con la candeggina è una mission impossible!

Il prodotto non è un trattamento antimuffa, è solo uno sbiancante che ti illude di aver eliminato il fungo. Alla prima comparsa dei punti neri sulla parete, rivolgiti agli esperti di Bastamuffa: in poco tempo risolvi il problema una volta per tutte, senza intossicarti e con risultati duraturi nel tempo. 

Caso Studio Muffa e Candeggina

muffa candeggina: muffa da infiltrazione

Più fotografie ricevo, più mi rendo conto che tantissime persone mettono a rischio la loro salute convivendo con la muffa o utilizzando la candeggina come detergente risolutivo.

Alcune muffe sono poi degne di attenzione per la loro originalità.

Come per esempio, il caso di oggi.

Una muffa “inedita” sul soffitto di una casa in provincia di Viterbo.

Quando ho ricevuto le foto, pensavo si trattasse di un’infiltrazione d’acqua che lascia la classica macchia di umido e poi diventa muffa.

MI SBAGLIAVO!

Parlando col proprietario ho scoperto cosa stava realmente succedendo in quel soffitto grazie ad altre immagini.

muffa candeggina

In pratica il soffitto si sta scrostando e in alcuni punti la vernice è letteralmente consumata, ma non si tratta di perdita d’acqua.

MOLTO PEGGIO!

La moglie, per evitare l’avanzata della muffa, ha sempre usato (con cadenza regolare) il classico spruzzino antimuffa a base di candeggina.

Nel mio blog abbiamo spesso parlato di questo genere di prodotti e abbiamo visto come purtroppo, oltre al cloro, contengono altre sostanze irritanti che alla lunga consumano la pittura e il risultato è visibile sotto i nostri occhi.

dopo la candeggina 2

Purtroppo la beffa di questo trattamento, che all’inizio sembra corretto e risolutivo, è che alla fine si è riformata ancora più muffa sopra la vernice corrosa e adesso rimediare diventa ancora più complicato e rischioso.

dopo la candeggina 3
Il dettaglio ci mostra come la muffa si è riformata proprio sotto la parte consumata (il soffitto è bianco!).

Come abbiamo agito contro la muffa

Qualcosa però, bisogna pur farla e la candeggina non è il rimedio.

A questo punto bisogna agire con molta cautela su quella muffa :

  • Non toccare mai la muffa con carta vetrata, stracci o pennello. La diffonderesti nell’ambiente e nel tuo apparato respiratorio e questo ti porterebbe a rischio di allergie ed asma.
    .
  • Prima di grattare la vernice che si stacca bisogna disinfettare la parete con un principio attivo liquido, in modo da poter lavorare in sicurezza.
    .
  • Dopo aver disinfettato è possibile, con molta cura, asportare i vecchi strati di vernice consumati dalla candeggina e ripristinare il soffitto con stucco e fissativo.

Giusto per non dimenticare, ti invito a dare un’occhiata al video che trovi qui sotto dove in 5 minuti ti spiego tutto quello che c’è da sapere sulla candeggina usata come “antimuffa”.

Video sui pericoli dell’uso della candeggina

Guarda caso è uno dei più visti e criticati dalle lobby della candeggina  (e i loro estimatori).

Ma torniamo al nostro lavoro.

Dopo questa fase di “bonifica”, il nostro soffitto torna sano e liscio e quindi siamo pronti ad applicare il trattamento che risolva le cause del problema.

Ci basta una foto per capire da dove viene il problema? Certamente no! Ecco perchè facciamo sempre un’analisi per capire se si tratta di un problema di muffa da condensa, umidità di risalita o infiltrazioni.

Diversi problemi, diverse cause e diverse soluzioni: la candeggina non è la soluzione!

Nonostante il fenomeno si è verificato solo sul soffitto, consiglio sempre di trattare tutta la stanza con la nostra finitura termica, in modo da azzerare ogni rischio di muffa in altre pareti (apparentemente) meno fredde.

Quello che abbiamo imparato da questa situazione è che l’uso continuativo degli spray a base di candeggina è dannoso per due motivi :

  1. Fa male alla salute perché rilascia nell’ambiente sostanze tossiche (non a caso nelle etichette lo scrivono a caratteri cubitali).
    Ne parlo in dettaglio nell’articolo Muffa e Candeggina : scopri i 7 “benefici” che non ti aiuteranno a sconfiggere la muffa e potrebbero anche rovinarti la salute
    .smuffy_doccia
    .
  2. Danneggia gravemente la parete dove viene applicato.
    Non lo avresti mai detto ma è così: la candeggina è una sostanza corrosiva per la pittura e l’uso insistente la consuma piano piano fino a farla staccare come fosse una pellicola secca. La cosa peggiore è che alla fine la muffa si riforma lo stesso.

Quindi ricorda di trattare la muffa prima di “pitturare col bianco” con un trattamento igienizzante che sia efficace e non CHIMICO e potrai finalmente dire addio a questo problema.

Nonostante mi occupo esclusivamente di trattamenti Antimuffa dal 2010, ogni giorno scopro e affronto nuove minacce.

È per questo che il mio studio del trattamento contro le muffe è sempre in continua evoluzione.

Solo utilizzando i migliori principi attivi, adeguati per il caso, si può garantire il risultato nel tempo.

Insomma, non basta comprare la Ferrari delle pitture antimuffa e sperare di risolvere senza aver fatto un’analisi delle cause del problema!

Solo con una valutazione oggettiva del tuo problema, dopo aver raccolto tutte le informazioni sulla tua abitazione e fatto un’analisi sul posto testando i principi attivi sul muro con più problemi, si può pensare di risolvere il problema.

giuseppe tringali

Questo passaggio, il commesso della ferramenta non lo fa e neppure il negozio on line.

Senza una verifica preliminare non avrei mai potuto consigliare il trattamento giusto per un problema come quello che ti ho raccontato.

Ed è una condanna a morte comprare dei prodotti in un negozio, anche dopo aver letto questo blog, senza l’adeguato supporto tecnico e una valutazione del tuo problema.

Io sono qui apposta per questo.

Puoi contattarmi quando vuoi allo 0243114183.

Non ci sono venditori dall’altra parte del telefono ma solo un tecnico a tua disposizione per valutare il tuo problema.

Muffa in Casa?

Summary
Muffa e Candeggina, corrodere le pareti senza uccidere la muffa!
Article Name
Muffa e Candeggina, corrodere le pareti senza uccidere la muffa!
Description
La candeggina è il prodotto più usato più usato contro la muffa. In questo articolo ti spieghiamo perché la candeggina non è efficace e quali sono gli effetti negativi legati al suo utilizzo per la salute della tua famiglia e per la tua casa.
Author
Publisher Name
Bastamuffa
Publisher Logo

Giuseppe Tringali - Bastamuffa.com

Dal 2010 Bastamuffa aiuta le famiglie italiane a liberarsi della muffa:

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Risorse Utili:

MUFFA IN ESTATE: Il miglior momento per sconfiggerla definitivamente

SCARICA QUI

Articoli recenti

muffa sui mobili
Come Eliminare la Muffa

Come eliminare la muffa dai mobili

In condizioni favorevoli la propagazione della muffa è inarrestabile, il fungo può facilmente aggredire anche il legno e la cellulosa. Hai letto bene…i mobili della

Leggi Tutto »

Seguici sui social
per rimanere sempre aggiornato!

Tante famiglie nel gruppo Facebook Eroi Bastamuffa seguono le nostre dirette domenica alle 14.00!

Più di 8.500 iscritti sul nostro canale Youtube

Siamo appena sbarcati su Instagram!

Parlano di noi