Le muffe: conosciamole da vicino!

le muffe

Al mondo ne sono state riconosciute ben 10.000 specie! Colore, grandezza e dimensioni, non sono purtroppo parametri in grado di determinare la pericolosità sull’uomo. Solo un’approfondita analisi chimica o una verifica al microscopio può a quali specie di muffe appartengono quelle presenti nella nostra casa.

Le muffe e le loro spore sono comunque tossiche, tanto da minacciare la tua salute e quella della tua famiglia e pertanto vanno eliminate il prima possibile.

Anche se conoscere nel dettaglio quale tipo di muffa sta colonizzando la tua casa non risolverà i problemi correlati, un’azione mirata sulle cause che permettono alle sue spore di svilupparsi, allora sì, ti faranno vincere la battaglia contro la muffa e in maniera definitiva.

Scopri tutto in questo articolo 😉

Cosa sono le muffe?

Partiamo da una definizione scientifica: la muffa è un organismo vivente pluricellulare, un agglomerato di miceli, che prolifera in ambienti umidi e che si riproduce attraverso le spore.

Le muffe appartengono alla famiglia dei funghi, te lo saresti mai immaginato?

Magari ne avrai sentito parlare o magari lo sapevi già, muffe e funghi in quanto appartenenti allo stesso regno hanno modi simili per svilupparsi e moltiplicarsi.

A seconda della tipologie di spore, dei luoghi in cui cresce e della presenza di pigmenti le muffe possono assumere forma e colori diversi. Possiamo trovare muffe verdi, rosa, rosse, gialle, nere, bianche e molte altre!

In assoluto hanno la particolarità di riprodursi tramite spore che vengono liberate nell’aria e attraverso la stessa trasportate negli ambienti. 

Ma che cosa sono le spore?

Te lo spiego subito. Le spore sono strutture piccolissime, visibili solo al microscopio e caratterizzate da colori, dimensioni e forme particolari a seconda del tipo di muffa.

Quando le spore attaccano una superficie adatta al loro sviluppo, in condizioni atmosferiche favorevoli per umidità e temperatura, producono nuove generazioni di spore.

Come si creano le muffe

Ti ho appena anticipato come la maggioranza delle muffe prediliga ambienti caldi e umidi e aggiungo anche poco luminosi e scarsamente aerati. Per potersi sviluppare però le spore hanno bisogno di una superficie su cui attaccarsi e dove trovare nutrimento. I materiali prediletti da questi miceti sono la cellulosa, il legno, i tessuti e soprattutto gran parte delle pitture che generalmente utilizziamo per dipingere le pareti delle nostre case.

Proprio così! Ma ti dirò di più.

Un’elevata umidità e la scarsa aerazione sono responsabili della p formazione del fenomeno della condensa in cui microrganismi iniziano a proliferare dando origine a una coltura batterica da cui si sviluppa la muffa.

Incredibile vero?

Tutto ciò accade proprio all’interno delle nostre case e principalmente nelle camere da letto, nel bagno o in cucina, dove il livello di umidità è generalmente molto alto. 

Ti chiederai come mai l’umidità è così elevata in camera. Beh, pensa che un uomo nel corso di una notte produce circa 500 grammi di vapore attraverso la respirazione! Se in una stanza dormono più persone questo valore si moltiplica. E lo sai dove va a finire questa umidità? Principalmente nel materasso (ecco perchè su molti materassi si forma la muffa!), sulle lenzuola e infine nell’aria.

Dove vivono perciò le muffe?

Penserai, se hanno bisogno di umidità, calore gli ambienti ideali si troveranno solo all’interno delle abitazioni. In realtà non solo!

In natura esistono difatti anche muffe capaci di vivere in ambienti molto freddi (come nei frigoriferi), altre in ambienti secchi e infine muffe che addirittura vivono a contatto con solventi acidi e in prodotti derivati dal petrolio!

Come si nutrono le muffe

Abbiamo visto che le muffe appartengono al regno dei funghi. Ebbene, proprio come i funghi esse si nutrono attraverso le ife.

Ma cosa sono queste ife?

Te lo spiego subito. Si tratta di strutture pluricellulari dalla forma filamentosa che sono presenti in tutti i funghi e attraverso le quali la muffa assorbe le sostanze nutritive, che le permettono di svilupparsi.

Tipi di muffa in casa

Esiste solo una tipologia di muffa che vive nelle nostre case? La risposta è no!

Ci sono alcune specie però che sono principalmente presenti nelle abitazioni.

Si tratta dello Stachybotrys chartarum, la purtroppo famosa muffa nera, il Cladosporium, Fusarium e Penicillium e l’Aspergillus. 

Muffe in casa e salute

Le muffe esistono, si nutrono, si sviluppano e sono degli organismi viventi a tutti gli effetti. Le spore producono sono tantissime e tossiche.

Immagina: le spore sono piccolissime e invisibili all’occhio nudo, in quanto più piccole di un granello di polvere e circolano numerosissime nell’aria. Attraverso la respirazione le inaliamo e percorrendo l’apparato respiratorio giungono nei bronchi e negli alveoli polmonari generando forme di allergia anche molto importanti. Spaventoso vero?

Quando l’organismo entra in contatto con le spore tossiche della muffa attraverso l’aria, si innescano delle reazioni, a livello:

  • respiratorio come asma, tosse persistente, riniti;
  • cutaneo con eruzioni cutanee e orticaria;
  • oculare con occhi arrossati e iniettati di sangue, congiuntivite e vista offuscata

Scommetto che mai avresti pensato a problematiche di questo tipo riconducibili alla muffa!

Il più delle volte questi sintomi vengono semplicemente attribuiti a manifestazioni allergiche, in soggetti allergici e negli altri casi, a malattie da raffreddamento oppure stagionali.

Prova a prestare attenzione.
Se anche a te capita che in casa tua c’è la muffa e appena rientri ti ritrovi ad avere sintomi che fuori casa scompaiono, potrebbe essere colpa sua!
Per questo motivo la muffa è un problema che devi affrontare il prima possibile e che non può essere minimamente sottovalutato.

Considera anche un’altra cosa. Ultimamente sentiamo spesso parlare di inquinamento indoor. Ebbene, lo sapevi che la muffa è uno dei principali responsabili dell’inquinamento dentro casa? 

Ecco un motivo in più per risolvere immediatamente il problema di muffa dentro casa tua!


ebook anti muffa

Hai provato in tutti i modi a far sparire la muffa ma è ancora lì? La tua famiglia è in pericolo!

ebook anti muffa

Scarica Gratis il nostro Ebook e scopri come eliminare definitivamente la muffa!

Come prevenire la muffa


avere le muffe in casa


Adottare buone regole di vita e piccoli accorgimenti possono aiutarti a tenere a bada la muffa, come:

  • evitare gli sbalzi di temperatura e prediligere un riscaldamento costante durante tutto l’arco della giornata;
  • evitare accumuli di umidità (quando cucini o fai la doccia);
  • ventilare spesso durante la giornata anche per poco tempo;
  • tenere staccati gli arredi qualche centimetro dai muri soprattutto quelli rivolti verso l’esterno, più freddi e umidi, per consentire una maggiore traspirazione;
  • togliere se presente la carta da parati dalle pareti.

Talvolta però questi semplici accorgimenti possono non essere sufficienti e nonostante i tuoi sforzi e le tue attenzioni, la muffa può comparire comunque sui muri.

Come eliminare (per sempre) la muffa in casa

Lo fanno tutti. Non appena vediamo comparire i primi puntini di muffa, agiamo immediatamente con quanto disponiamo dentro casa per toglierla dalla nostra vista. Nulla di più sbagliato e ti spiego subito perchè…

Se togli solo la parte visibile della muffa con candeggina o surrogati, non eliminerai le spore radicate nel tuo muro. È qui che ha origine il problema! La pulizia deve essere eseguita quindi solo con prodotti adatti, in grado di arrivare fino in fondo, alla radice del problema.

I rimedi naturali che ci offrono una soluzione ecologica non sono efficaci a lungo termine, perché non agiscono sulle cause scatenanti della muffa. Se poi decidi di usare prodotti chimici come la candeggina, beh i danni sono maggiori dei benefici. Questi prodotti sbiancheranno momentaneamente le tue pareti, ma a che prezzo per la tua salute? Puoi ben capire allora che il gioco non vale la candela.

Ti consiglio la soluzione migliore per il tuo problema di muffa… Leggi attentamente quanto segue.


Bastamuffa ha creato un trattamento “su misura” e garantito 5 anni per eliminare il problema dalla tua casa in maniera definitiva. Ma prima è fondamentale capire quale è il tuo caso specifico.Per farlo puoi richiedere la valutazione gratuita.
In questo modo riesco a capire se posso davvero aiutarti e solo dopo studiare il trattamento più adatto per la tua situazione.

Se vuoi saperne di più, clicca qui –> come richiedere la valutazione gratuita della muffa

Muffa in Casa?


IN CONCLUSIONE

Ora sai quanto sia importante eliminare per sempre la muffa in casa utilizzando un trattamento che sia realmente efficace e che non sia nocivo alla tua salute! Se poi è anche garantito, ancora meglio 😉

Si comincia igienizzando le spore, evitando così che si propaghino, creando dei veri e propri contagi. Poi, intervenendo sulle cause scatenanti la tua muffa, studiando la tua situazione specifica, riesci ad eliminare definitivamente il tuo problema di muffa.

Io sono pronto ad aiutarti in questa impresa, ormai l’esperienza decennale e oltre 9000 famiglie felici, sono la tua garanzia di riuscita.

A presto,
Giuseppe Tringali

Giuseppe Tringali - Bastamuffa

Dal 2010 Bastamuffa aiuta le famiglie italiane a liberarsi della muffa:

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Torna su