cappotto termico

Cappotto termico: tutto quello serve sapere per evitare la muffa in casa

I muri della tua casa hanno bisogno di protezione dalle intemperie e di essere efficacemente coibentati all’interno: il cappotto termico è la soluzione. Eviterà così problematiche di freddo, umidità e muffa.
Il cappotto termico è stato pensato per isolare le case dal freddo invernale e dal caldo estivo e per insonorizzare gli ambienti abitativi.

Che cos’è un cappotto termico e da cosa è costituito

Immagina il cappotto termico come ad un sandwich. E come tale, ci sono “stratificazioni” di elementi sovrapposti.

Nel cappotto termico, c’è:

  1. una base a cui ancorarsi che solitamente sono i muri esistenti;
  2. un centro con il materiale termico, il vero “cuore” del cappotto termico che serve per la coibentazione;
  3. un ultimo strato che è la finitura, la parte visibile

MATERIALI DEL CAPPOTTO TERMICO

cappotto termico

I materiali interni che costituiscono il cappotto termico sono per lo più con funzione isolante e derivano da elementi:

  • sintetici, come polistirene espanso sinterizzato o EPS, polistirene estruso o XPS, ecc;
  • naturali, come fibra di legno, lana di pecora, ecc;
  • minerali, come lana di roccia, lana di vetro.

Ognuno di questi ha qualità che lo rendono particolarmente adatto a seconda delle:

  • prestazioni desiderate
  • caratteristiche della struttura
  • spese che si possono sostenere

OLTRE AI MATERIALI ISOLANTI

Il cappotto termico inoltre ha:

  • i collanti che fissano alla base (i muri esistenti) i pannelli isolanti;
  • le malte e le reti protettive che consentono una buona tenuta e il perfetto ancoraggio del pannello;
  • la sigillatura dei giunti e gli intonaci di finitura che completano il lavoro.

In questo modo non ci saranno cedimenti nel tempo, garantendo così ottime performance 🙂

A volte al posto del cappotto, si può intervenire con insufflaggi, con materiali isolanti che vengono predisposti direttamente nell’ intercapedine dei muri esterni esistenti, cioè nello spazio “vuoto” compreso tra due mattoni, con:

  • materiale isolante come sughero, polistirene, argilla espansa, ecc;
  • liquido come la resina poliuretanica o altri materiali che vengono usati per insufflaggi.

Ecco nello specifico tutto quello che riguarda i cappotti termici interni ed esterni

A cosa serve il cappotto termico?

Il cappotto Con un cappotto termico è possibile “tenere sotto controllo”:

  • la temperatura esterna, in modo da evitare bruschi sbalzi di temperatura all’interno delle abitazioni, con la possibilità che si formi la muffa. Consente di evitare perciò i ponti termici;
  • l’insorgenza di crepe sulla muratura esterna;
  • possibili infiltrazioni derivanti dall’esterno dovute alle piogge che possono penetrare all’interno della casa;
  • isolare pareti fredde rivolte verso l’esterno.

Per questi motivi, avere un cappotto termico può aiutare per eliminare le cause che formano la muffa. Scopri in questo articolo tutto sull’isolamento a cappotto e come tenere la muffa lontana dalla tua casa 😉

Analizziamo ora nello specifico tutto quello che riguarda i cappotti termici interni ed esterni.

Cappotto interno

Il cappotto interno è costituito da uno strato isolante che si applica sulla superficie interna delle pareti verticali di casa che presentano problemi di dispersione termica.

Rispetto al cappotto esterno il cappotto termico interno ha dei costi inferiori, anche se riduce lo spazio interno visto che possiede un seppur minimo spessore. Esso inoltre non possiede caratteristiche di continuità in quanto i solai che separano i piani delle case interrompono l’isolamento. Per ovviare a questo problema si può ricorrere a pannelli a solaio.

muffa dietro a cappotto termico

Caratteristiche del cappotto termico interno:

  • può essere applicato in completa autonomia senza permessi nè autorizzazioni condominiali;
  • non interferisce con l’estetica esterna;
  • riduce spazi abitativi anche di parecchi centimetri. Ci sono pannelli che possono arrivare anche a 15 cm!
  • non risolve purtroppo una situazione di alta umidità in casa;
  • può creare ponti termici dove ora non ci sono, soprattutto nelle congiunzioni tra pannelli, dove non c’è alcuna protezione termica. In questi punti, se si creano le condizioni adatte, si può sviluppare la muffa.

E se la muffa è già presente dentro casa?

Se c’è muffa, coprirla con un pannello non è una buona soluzione. La muffa infatti continuerà a crescere dietro al pennello se non si interverrà tempestivamente per risolverla.

Quando trapelerà dal pannello stesso o dalle giunture tra pannello e pannello, a quel punto può essere già troppo tardi. Dovrai armarti di tanta pazienza e smontare tutti i pannelli ammuffiti, avendo cura di sanificare e rintonacare le pareti. Un vero e proprio lavoraccio!

Alla luce di quanto detto, se hai muffa in casa non puoi risolverla con un cappotto interno da applicarci sopra.
Bastamuffa ha trovato una valida alternativa al cappotto interno, in grado di eliminare le cause che formano la muffa, con l’utilizzo di prodotti atossici, da impiegare in qualsiasi stagione.

Analizzando il TUO problema specifico di muffa, riesco a fornirti un trattamento garantito fino a 10 anni e sicuro per la tua salute ;).
Richiedici la valutazione gratuita della muffa!

Clicca qui, se vuoi sapere di più sulla valutazione gratuita della muffa.

Muffa in Casa?

Cappotto esterno


Il cappotto termico messo all’esterno non è facilmente visibile in un’abitazione. Il vero portento sta all’interno del cappotto, dove c’è lo strato isolante, che permette infatti di:

  • ridurre il consumo e il costo del riscaldamento, isolando all’esterno e migliorando la situazione all’interno della casa;
  • contenere la dispersione termica negli ambienti interni;
  • proteggere le facciate dagli agenti atmosferici;
  • mantenere nel tempo i materiali di costruzione;
  • evitare la formazione di crepe e fessure profonde nell’intonaco che possono dare vita ad infiltrazioni di acqua piovana nelle pareti.

Un buon cappotto termico esterno deve essere eseguito e posato da personale specializzato con materiali garantiti, prestando particolare attenzione
Se invece, nonostante i buoni propositi, vengono utilizzati materiali scadenti, potrebbero insorgere delle problematiche

Problemi legati al cappotto esterno

Il principale problema riguarda la protezione stessa dell’edificio. Nei punti di giuntura come negli angoli o a “filo” del tetto, dove ad un pannello ne viene affiancato un altro, può non esserci alcuna protezione isolante. In questo spazio, difatti, possono presentarsi i ponti termici. Se rispetto al resto della parete protetta dal cappotto, non c’è nulla a riparare, condizioni di umidità e temperatura possono far sviluppare le muffe.

Il cappotto termico esterno ha anche dei limiti di realizzazione. Se abiti in condominio, le ingenti spese e l’approvazione da parte della maggioranza potrebbero addirittura compromettere il progetto.

Purtroppo, anche chi si ritrova ad avere un cappotto termico esterno “fatto bene”, potrebbe incorrere in problematiche interne. Poca aerazione negli ambienti, alto tasso di umidità, riscaldamento discontinuo, possono comunque far comparire la muffa.

In questi casi è necessario installare dei sistemi di ventilazione forzata, per garantire il giusto ricambio d’aria ed abbattere il tasso di umidità.

ebook anti muffa

Hai provato in tutti i modi a far sparire la muffa ma è ancora lì? La tua famiglia è in pericolo!

ebook anti muffa

Scarica Gratis il nostro Ebook e scopri come eliminare definitivamente la muffa!



IN CONCLUSIONE

La muffa è un disastro che non risparmia proprio nessuno! I cappotti termici, hanno dei limiti e non sono quindi l’unica soluzione alla muffa!
Coibentare casa poi non è cosa semplice, ma frutto di una sincronia di giusti materiali in grado di isolare e prevenire la muffa, agendo sulle cause che la formano e buone abitudini da adottare.

Bastamuffa ha trovato la soluzione per coibentare internamente gli ambienti abitativi, con prodotti atossici e sicuri per la salute, senza applicare pannelli interni che mascherano la muffa e senza professionisti che vengono ad applicarli.
Farai tutto in completa autonomia ma seguendo le mie istruzioni e in maniera semplice eliminerai definitivamente la muffa.
Con la valutazione gratuita della muffa, avrai il trattamento su misura per risolvere in maniera specifica la tua situazione di muffa.

Cosa aspetti? Io sono pronto ad aiutarti in questa impresa, per eliminare una volta per tutte la muffa dalla tua casa.
A presto,

Giuseppe Tringali

Giuseppe Tringali - Bastamuffa.com

Dal 2010 Bastamuffa aiuta le famiglie italiane a liberarsi della muffa:

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I dati della muffa: perché aumentano gli immobili nuovi o ristrutturati con muffa? perché aumenta la sfiducia verso le soluzione temporanee?
SCARICA QUI

e-book sulla muffa

Anche tu ti ritrovi ogni anno alla ricerca di un METODO che funzioni davvero CONTRO LA MUFFA?
SCARICA QUI

Stai pensando di cambiare i mobili ma hai muffa in casa? Scopri come arredare in sicurezza la tua casa, senza più rischiare la muffa...
SCARICA QUI

Articoli recenti

muffa sui mobili
Come Eliminare la Muffa

Come eliminare la muffa dai mobili

In condizioni favorevoli la propagazione della muffa è inarrestabile, il fungo può facilmente aggredire anche il legno e la cellulosa. Hai letto bene…i mobili della

Leggi Tutto »

Seguici sui social
per rimanere sempre aggiornato!

Tante famiglie nel gruppo Facebook Eroi Bastamuffa seguono le nostre dirette domenica alle 14.00!

Più di 8.500 iscritti sul nostro canale Youtube

Siamo appena sbarcati su Instagram!

Parlano di noi