Come togliere l’odore di muffa dagli ambienti dove vivi?

come togliere l'odore di muffa

Alle volte non è sempre facile scovare la muffa, se si nasconde alla vista in posti difficili da ispezionare.
L’unica traccia della sua esistenza è il suo tanfo nauseabondo: seguilo e la scoprirai ;).
Come togliere l’odore della muffa che rimane sulle superfici e nell’ambiente?

Combattere con un nemico invisibile non è un’impresa facile.

Ma con una buona dose di sana pazienza, semplici accorgimenti e un metodo infallibile, puoi risolvere anche tu questo spiacevole inconveniente. Scopri come, in questo articolo 😉

Cosa succede se lasci che l’odore della muffa prenda il sopravvento?



Se anche solo per qualche giorno sei stato costretto a coabitare con l’odore della muffa, le reazioni del tuo corpo ti obbligano a cercare aria pulita da respirare.

Le soluzioni più adatte quando hai a che fare con la muffa, rimangono solo due:

  1. lasciare immediatamente la tua casa dove il tanfo rende l’aria irrespirabile e metterti in sicurezza in ambienti dove la muffa non c’è;
  2. agire nei confronti della muffa, meglio ancora già ai primi segnali odorosi della muffa, scovandola e intervenendo con prodotti adatti.


Puoi sopravvivere cambiando stanza nella stessa casa come pronto intervento immediato, se ne hai la possibilità, dove almeno la muffa e la sua presenza non si sentono. Ma le spore della muffa raggiungeranno anche questi ambienti, all’apparenza incontaminati, contagiandoli comunque.

Scappare dal problema comunque non è una soluzione!

Quella più adatta e definitiva è senz’altro quella di intervenire contro la muffa, anche perchè la muffa può causare gravi danni alla salute delle persone e creare delle contaminazioni di spore, allargando così il problema.

La muffa e i danni alla salute

Le spore tossiche della muffa possono causare anche problemi di salute, a livello:

  •  respiratorio, come tosse, rinite e asma;
  • cutaneo con dermatiti, eruzioni cutanee e orticaria;
  • oculare con occhi arrossati, congiuntivite e vista offuscata;gg

La muffa non deve MAI essere sottovalutata.

come togliere l'odore di muffa


Il più delle volte questi sintomi vengono attribuiti a manifestazioni allergiche in soggetti allergici e negli altri casi, a malattie da raffreddamento oppure stagionali.
Insomma tutto ma non alla muffa!

Risulta infatti difficile pensare che la muffa, all’apparenza un’innocua e antiestetica macchia nera, possa fare così tanti danni alla salute.

Se in casa tua c’è muffa visibile o che pensi ci sia (anche se devi ancora accertartene ma l’odore lo senti) e ti ritrovi ad avere sintomi che compaiono appena metti piede dentro casa e fuori spariscono, potrebbe non essere un caso.

Il pericolo di una contaminazione di spore

Non solo respirare aria malsana in casa tua dovuta alla muffa è un problema che riguarda la salute ma lo è anche, se non si interviene prontamente per scoprirla e combatterla. E’ così infatti che si crea una contaminazione di spore della muffa.

Si parla di contaminazione quando:

  1. si perde di vista la gravità del problema e banalmente si lascia perdere;
  2. quando si tende ad andare avanti soltanto a tentativi, non risolvendo però il problema in maniera definitiva.

Il problema della muffa viene incentivato se ci sono dei fattori che ne permettono lo sviluppo indisturbato delle sue spore. Uno dei fattori scatenanti la muffa è l’umidità degli ambienti abitativi.
L’igrometro è lo strumento in grado di misurare il tasso di umidità e permetterti di controllare la situazione nella tua casa, nelle stanze dove abiti e vivi ogni giorno.

Un ambiente particolarmente umido quasi sicuramente svilupperà muffa e a fare i conti con l’umidità eccessiva è anche l’aumento delle spese annuali dovute al riscaldamento. Infatti, l’energia impiegata per riscaldare un ambiente umido è nettamente superiore rispetto ad uno termoregolato e con un tasso entro i range previsti (tra il 40 e il 55%).

Ecco quindi che tenere a bada un’umidità elevata affinchè non superi il 60% è quindi fondamentale per non incorrere nella muffa e nei suoi “disagi”. Per farlo, sarà opportuno tenere correttamente arieggiati gli ambienti ( senza esagerare) oppure utilizzare strumenti appositi che meccanicamente lo permettano, come le VMC, i deumidificatori, ecc.

Altro aspetto da non sottovalutare affatto per scongiurare la muffa sono le infiltrazioni dall’esterno che, se presenti, andranno “sistemate” il prima possibile.

Come togliere l’odore della muffa se la muffa non si vede

Puoi anche non riuscire a vedere la muffa e i suoi puntini neri, ma il suo caratteristico odore, non mente.
L’odore di cui parlo ti può lasciare senza fiato, tanto è fastidioso. Permane nell’ambiente, fino a quando non si interviene scovando la muffa e risolvendo così il problema.

Rimedi come la candeggina o altri prodotti tossici, agiscono fintanto che i componenti volatili tossici non saranno esalati, poi l’odore della muffa sovrasterà nuovamente. Così, oltre a non risolvere affatto il problema il mix tossico che si creerà renderà l’aria ancora più irrespirabile, tra tossine della muffa e quelle degli igienizzanti!

Se la muffa si trova in punti nascosti alla vista, come dietro ad un armadio o ad una tenda, potresti non accorgerti che sta già avanzando. Ma appena trovata, andrà igienizzarla opportunamente.

Ma come togliere l’odore della muffa se la candeggina fa addirittura di peggio?
Con il Kit bloccamuffa! Igienizzando senza prodotti tossici e in tutta sicurezza, eliminando DAVVERO le spore della muffa presenti e così anche l’odore 😉

Approfondimento –> kit bloccamuffa

Blocca subito la muffa e igienizza i muri con il nostro KIT BLOCCAMUFFA

IN CONCLUSIONE

Sia che la muffa si chiaramente visibile sui tuoi muri o che l’unico cenno della sua presenza risulti essere solo un odore terribile di umido, andrà eliminata e così anche il suo odore.

Ma allora come togliere l’odore di muffa e ogni sua traccia se i soliti rimedi non funzionano?
Cambiando soluzione!

Io e il mio staff abbiamo messo a punto un sistema in grado di eliminare la muffa definitivamente. Dapprima igienizzando con il kit bloccamuffa e poi proseguendo con un trattamento “su misura” garantito 5 anni, che agisce sulle cause del problema e non la fa ritornare più.
Eccomi, sono pronto ad aiutarti nella lotta contro la muffa. E tu vuoi risolvere?

A presto,
Giuseppe Tringali

Giuseppe Tringali
Giuseppe Tringali - Bastamuffa

Giuseppe Tringali - Bastamuffa

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Torna su