Antimuffa: trattamenti contro la muffa, pericolosi per la salute?

Gli antimuffa sono dei prodotti impiegati nei trattamenti, finalizzati ad annientare la muffa ed evitarne il ritorno.
Da qui il nome anti muffa.

Ma se per farlo, vengono utilizzate sostanze tossiche e particolarmente pericolose, in grado sì di uccidere la muffa e le sue spore ma anche di creare danni alla salute, allora forse si rende necessario cercare una valida alternativa.
Oppure un prodotto con la stessa azione fungicida ma in maniera meno aggressiva, tale da NON compromettere la tua salute e quella di chi abita con te, soprattutto se ci sono bambini in casa.

In questo articolo ti spiego tutto quello che riguarda gli antimuffa in commercio, per evitare di acquistarli perchè poi contro la muffa, tutto sommato neanche funzionano 🙁 


Antimuffa, facili da reperire ed economici

Gli antimuffa si trovano con estrema facilità non solo nei colorifici e nei brico ma addirittura nei supermercati.

Infatti una domenica mattina sono andato proprio a fare la spesa al supermercato e come di consueto è mia abitudine fare sempre un giro anche nel reparto ferramenta (che nel supermercato è “ridotto all’osso” perchè tengono solo le cose essenziali), per dare un’occhiata se poteva servirmi qualcosa.

Pur non essendo un “artista della brugola”, mi piace avere in casa tutto quanto possa servire per sistemare i piccoli problemi che ogni giorno si possono presentare a casa.

Finita la mia solita ispezione nel reparto ferramenta e accertato che per questa volta non dovevo comprare nessuna pinza o chiave nuova, mi è caduto l’occhio su uno scaffale dove c’erano dei flaconi dall’etichetta familiare: gli spray antimuffa.

I “miracolosi” trattamenti antimuffa per muri in spray


Ormai se ne trovano di qualsiasi marca, soprattutto dai grandi produttori di detersivi.
Questa cosa mi fa sempre sorridere per il fatto che comprare un disinfettante antimuffa, da chi produce detergenti è un po’ come comprare la carne dal fruttivendolo.

Per i produttori, la muffa è una delle tante macchie da “pulire”, quindi si prendono la libertà di commercializzare la loro soluzione, ovviamente lontano dagli altri detergenti spray per le pulizie domestiche.

Questi “spruzzini antimuffa” hanno delle etichette ben fatte, con slogan accattivanti tipo:

  • “elimina rapidamente muffe, alghe, muschi e licheni”;
  • “rimuove le muffe più difficili”;
  • “elimina la muffa dai muri e ne impedisce il riformarsi” (con speciale paglietta a rete inclusa);
  • “elimina il problema della muffa dalle pareti impedendone la formazione”;
  • “sanifica le superfici in pochi minuti”.

Insomma per meno di € 9,90 ti porti a casa un gran bel prodotto contro la muffa, a leggere dall’etichetta.
Da quello che sembra, addirittura non servirà nessuna pittura antimuffa e il miracolo è servito con un semplice spray.

Per la tue tasche la spesa sembrerebbe molto conveniente, ma sei proprio sicuro che sia un rimedio efficace e sicuro con un bambino in casa?

Se è un rimedio da impiegare più volte all’anno perchè la muffa ricompare e sembra non “funzionare”, già la convenienza viene meno, diventando un prodotto che è un costo fisso oltre che inefficace.

Per capire il principio attivo che sta dietro al prodotto e sapere quindi se può essere dannoso alla tua salute e a quella della famiglia, bisognerebbe leggere e interpretare le etichette del prodotto.

Interpretare i simboli dei trattamenti antimuffa


Sono finito così a leggere quanto compare nell’etichetta posta sul retro di uno dei tanti prodotti antimuffa per pareti, che ho immediatamente fotografato col mio cellulare.

Ovviamente ho rimosso ogni riferimento al nome del prodotto ma stai tranquillo che si equivalgono tutte!
Quello che si legge è davvero sconcertante.

Perchè mai si dovrebbe utilizzare in tutta tranquillità un prodotto con queste caratteristiche, sapendo che per liberarti della muffa potresti rischiare di peggio: la tua salute?

Lo spruzzino in questione è classificato come pericoloso per la salute!

Immagina in inverno, la muffa è ricomparsa e tu decidi di toglierla perchè non ne puoi più di vedere quell’antiestetica macchia.
Con finestre chiuse per via del freddo, devi spruzzare il prodotto antimuffa per muri che hai comprato e la tua famiglia è riunita in casa.

Tutto molto semplice: spruzzi e pulisci. E il gioco “sembra” fatto.
Purtroppo, così facendo intossichi tutto l’ambiente e le persone che in quel momento sono lì con te e l’odore dell’antimuffa, non se ne andrà tanto facilmente.
Anzi! Sarete costretti tutti a subire la puzza per almeno una decina di giorni e la muffa dopo poco ritorna

Come agisce l’antimuffa


Ogni prodotto, per legge deve avere delle avvertenze scritte sulle etichette.

In quelle dei prodotti contro la muffa, vale lo stesso.
Eri stato avvertito che l’antimuffa che stavi usando era un un prodotto tossico, pericoloso per la salute dell’uomo e degli esseri viventi.

Non sono qui per fare una crociata ambientalista contro questi trattamenti antimuffa, ma voglio farti riflettere su un prodotto, che probabilmente hai già utilizzato contro la muffa e che puoi evitare di impiegare da questo momento in avanti.
Ne va della tua salute!

Il principio attivo contenuto nella maggior parte dei prodotti antimuffa è principalmente ipoclorito di sodio, un derivato del cloro.
Dal forte potere sbiancante, solo a livello superficiale la sua azione può rallentare l’avanzata della muffa.
Le spore della muffa invece radicate nei muri, a livello più profondo, non vengono intaccate dal cloro e proseguono così la loro avanzata, appena si ripresentano le condizioni utili per lo sviluppo.

E così ricominciano i primi puntini di muffa a ricomparire e si rinizia daccapo 🙁

Caratteristiche di un prodotto anti muffa

Ecco cosa succede dove applichi uno spruzzino ad alta concentrazione di cloro attivo.

  1. effetto sbiancante immediato aiutandoti con spugne o altri “attrezzi” utili alla pulizia;
  2. indebolimento dell’intonaco murario;
    Quando il cloro penetra nella parete, inizia ad indebolire l’intonaco e più l’azione è prolungata nel tempo e maggiori saranno i costi di riparazione, dovendo prima grattare e ristuccare la parti sgretolate.
  3. le sostanze chimiche contenute in questi trattamenti antimuffa spray, rimangono nell’ambiente a lungo e per questo possono causare intossicazioni tali da finire all’ospedale.
    Immagina la classica giornata fredda d’inverno, con temperatura vicine allo zero e tu che che devi spalancare le finestre per chissà quante ore per arieggiare, dopo aver applicato l’antimuffa.
    Se non lo fai, respiri a pieni polmoni i gas di cloro dopo aver applicato questi trattamenti antimuffa con tutti i rischi che comporta.
  4. non essendo un prodotto realmente risolutivo, dopo qualche giorno o settimana, la muffa sulle pareti si riforma.

Attenzione quindi, oltre al danno ci potrebbe essere anche la beffa!

Cosa utilizzare allora contro la muffa?



Quindi come rimedio, l’antimuffa sembra quasi peggiore del male (la muffa)

Bastamuffa a tal merito e sposando principi differenti per risolvere il problema della muffa, nei suoi trattamenti propone SOLO prodotti privi di cloro, realmente ecologici.

Per disinfettare le spore della muffa presenti sui tuoi muri, ha creato il kit bloccamuffa.
Principi attivi a base di antibatterici naturali, privi di sostanze pericolose per la salute e facili da applicare: basta una pennellata!
Queste sono le prerogative di un kit pronto all’uso che igienizza in totale sicurezza 😉

Approfondimento → kit bloccamuffa

Blocca subito la muffa e igienizza i muri con il nostro KIT BLOCCAMUFFA


Se oltre ad igienizzare con il kit bloccamuffa, vuoi anche liberarti della muffa per sempre, Bastamuffa ha ideato un trattamento antimuffa senza eguali, con un metodo su misura e garantito.

Ti aiuterò prima a capire le cause del tuo problema di muffa e solo dopo valuteremo insieme, quale trattamento utilizzare per la tua situazione specifica.

Diffida da chi dà la stessa cura per qualsiasi malattia: ogni muffa è diversa e si sviluppa per motivi differenti a seconda del caso!

A presto,
Giuseppe Tringali

Giuseppe Tringali - Bastamuffa.com

Giuseppe Tringali - Bastamuffa.com

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Torna su