Pittura termica: miglior comfort abitativo e addio muffa

Ormai da una decina di anni, esiste sul mercato la pittura termica che sembra promettere miracoli per la coibentazione di casa e contro la muffa.
Ambienti più salubri senza muffa e aria pulita da respirare, sono tra le prerogative della vernice isolante.

Le stesse promesse sono già state fatte in passato dalle pitture antimuffa, che di fatto però non hanno mai risolto un bel niente e la muffa è sempre ritornata.

Come può, questa pittura murale termoisolante risolvere il problema della muffa, una volta per tutte?

Vedremo. In questo articolo troverai tutto quello che c’è da sapere sulle moderne pitture isolanti e come possono risolvere il problema della muffa 🙂
Attenzione però, dire addio per sempre alla muffa non è detto che sia poi così facile.

Pittura termica

La pittura isolante o termica è molto di più che un semplice prodotto per imbiancare casa.
Concepita non solo per colorare superfici murarie, il suo scopo principale è la coibentazione.

Negli ultimi dieci anni, la tecnologia e l’innovazione hanno fatto davvero passi da gigante nel campo delle pitturazioni domestiche e in quello dell’edilizia. 

In commercio di pitture termiche se ne trovano davvero di tutti i tipi e di tutte le composizioni.
Ci sono quelle si affidano alla scienza per cercare materiali sempre più performanti, come le microsfere di vetro o di ceramica.
Altre che derivano da materie prime naturali (come il sughero), ecocompatibili e con un’attenzione particolare a tutto ciò che è ecologico e green.

Ma ciò che le accomuna tutte è l’azione anticondensa e così facendo, agiscono anche come prevenzione dalla muffa!

Come agisce una pittura murale isolante termica?

Le pitture termiche si possono applicare all’interno delle abitazioni e all’esterno, sulle facciate.

Quelle appositamente studiate per essere applicate all’esterno, sono in grado di resistere alle intemperie e creare così un “filtro protettivo” tra esterno e interno.
Riescono quindi a salvaguardare gli ambienti interni da freddo, calore ed eccessiva umidità.
Il risultato finale delle imbiancature con pitture termiche sulle facciate è molto simile all’azione di un cappotto a pannelli.

Con un effetto più blando e nettamente meno costoso del cappotto, l’applicazione di queste vernici termiche all’esterno risulta essere anche piuttosto efficace.
Certo è che un cappotto esterno appositamente studiato, consente l’abbattimento di tutti i ponti termici esistenti e un’uniformità termica tale, per cui la muffa non si crea più.

Ma è con la vernice termica per interni, la vera rivoluzione rispetto alle classiche imbiancature.
Infatti la pittura termoisolante applicata sui muri di casa, crea un effetto barriera, in grado di aumentare l’isolamento termico.

Interviene per mantenere la temperatura e l’umidità a livello costante, risolve i ponti termici esistenti e migliora anche il comfort abitativo.
In questo modo, si riduce anche la formazione di condense e muffe.

Riassumendo, una pittura termica ha queste caratteristiche:

  • riduce il rischio di condensa;
  • può previene la formazione di muffe;
  • aiuta la coibentazione degli ambienti abitativi;
  • l’aria calda viene riflessa nella stanza uniformando la temperatura generale dell’ambiente.

Muffa e pittura termica: come risolvere?

pittura termica


La muffa è un organismo vivente che si moltiplica grazie a fattori che ne permettono lo sviluppo.
Se in casa tua c’è muffa, utilizzare una pittura anticondensa termica per eliminarla, potrebbe non risolvere i tuoi problemi.

Non è infatti cancellando la macchia di muffa con una mano di pittura, ad evitarne il ritorno.
Anzi, senza un’attenta igienizzazione delle sue spore, il problema della muffa può avanzare.
Arrivando a contaminare altre zone della stessa stanza o peggio ancora della casa, con danni ben peggiori.

Ecco cosa devi tenere presente quando hai muffa in casa e vuoi liberartene definitivamente.

Igienizzare la muffa

Prima di procedere con una qualsiasi pitturazione (quindi anche con le pitture termiche) è obbligatorio igienizzare la muffa, se presente.

Un’operazione banale e quasi inutile, tanto da essere omessa talvolta. Gestita magari quando ci sarà il tempo o con una “pulitina e via” con quello che hai a disposizione in casa.
Ma igienizzare è senz’altro la prima e la più importante operazione da compiere quando si ha la muffa!

Igienizzare la muffa vuol dire rimuovere ogni traccia evidente, sotto forma di macchie e puntini anneriti che puoi facilmente notare, possibilmente con prodotti atossici.

Utilizzare la classica candeggina sulla muffa non è consigliabile. Oltre a fare ben poco contro la muffa, ti intossica e si limita a smacchiare il nero della muffa a livello superficiale. Non elimina però le spore della muffa, che restano radicate nei tuoi muri, purtroppo.

I prodotti tossici per le pulizie, in ambienti dove vivi con la tua famiglia, andrebbero evitati o ridotti al minimo indispensabile. Le ripercussioni sulla salute, possono essere anche molto gravi.

Approfondimento –> scarica l’ebook

Hai provato in tutti i modi a far sparire la muffa ma è ancora lì? La tua famiglia è in pericolo!

Scarica Gratis il nostro Ebook e scopri come eliminare definitivamente la muffa!


Porre fine alla muffa, DEFINITIVAMENTE


Una volta igienizzato puoi procedere all’imbiancatura, utilizzando al posto di traspiranti e antimuffa tradizionali, una pittura termoisolante per interni.
L’efficacia contro la muffa dipende dalla pittura termica che utilizzi, dalla sua composizione e dal recupero termico che porta.
Non tutte le pitture termiche sono uguali, molto infatti dipende dal ponte termico esistente.

Se nella stessa parete, la differenza di temperatura tra una zona e l’altra risulta molto evidente, il ponte termico sarà più difficile da risolvere.
E per farlo occorrerà una pittura termoisolante che arrivi a compensare lo sbalzo termico esistente ed evitare così che la muffa ritorni.

Intervenire quindi con una pittura termica “qualsiasi”, senza conoscere l’entità del problema, potrebbe costarti l’ennesimo lavoraccio senza però risolvere in maniera definitiva. Ancora una volta 🙁

Puoi anche pensare di acquistare il migliore fra i prodotti termici in commercio o seguire il consiglio di un amico, che come te aveva la muffa, ma ogni situazione è “un caso a sè stante”.

IN CONCLUSIONE

Anche le pitture termiche hanno dei limiti contro la muffa, pur migliorando il comfort abitativo, possono NON risolvere il problema per sempre.
Se non vuoi incorrere in questo rischio, affidati a noi di Bastamuffa!

Nei nostri trattamenti garantiti 5 anni utilizziamo anche la pittura termica, come finitura del lavoro svolto, con una vernice ad alto recupero termico, atossica, senza formaldeide e che si può addirittura colorare.
Per sapere come procedere, senza sbagliare, richiedi la valutazione gratuita della muffa 😉

In base al tuo problema di muffa, ti verrà dato il “trattamento su misura per te” e dopo un’esperienza decennale, più di 9000 casi risolti, puoi scegliere se affidarti a chi di muffa se ne intende oppure tentare la sorte e vedere come va.

A presto,
Giuseppe Tringali

Giuseppe Tringali
Giuseppe Tringali - Bastamuffa

Giuseppe Tringali - Bastamuffa

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Torna su