Come eliminare la muffa dai mobili

muffa sui mobili

In condizioni favorevoli la propagazione della muffa è inarrestabile, il fungo può facilmente aggredire anche il legno e la cellulosa. Hai letto bene…i mobili della tua casa potrebbero diventare un terreno perfetto per il nutrimento del miceto e, ti dirò di più, anche il loro contenuto potrebbe essere a rischio! In questo articolo ti spiego perché il fungo colonizza i materiali legnosi, come eliminare la muffa dai mobili e come prevenire la sua formazione.

L’argomento è particolarmente interessante, perché i mobili sono complementi d’arredo di dimensioni consistenti e spesso difficili da movimentare, per non parlare di quanto sono costosi. Generalmente gli arredi sono realizzati e acquistati per durare diversi anni, vedere gli schienali degli armadi e a volte anche i vestiti pieni di muffa è una situazione veramente spiacevole.

Ma andiamo per gradi…

Perché si forma la muffa sui mobili

La muffa ama gli ambienti umidi e bui e alcune specie si sviluppano molto velocemente proprio su materiali legnosi, cellulosa e cartongesso. Materiali che tutti abbiamo in casa: armadi, cassettiere, comodini, librerie, pensili e basi della cucina e molti altri ancora. La situazione peggiora ulteriormente quando il mobile è appoggiato a una parete esposta a nord-est, una superficie molto più fredda di altre. 

Prendiamo ad esempio l’armadio: una struttura di dimensioni generose, che normalmente viene appoggiato al muro e che una volta montato non si sposta più. Ebbene, il rischio che dietro si possa sviluppare la muffa è alto, soprattutto se la stanza in cui si trova viene aerata poco. Ponendo lo schienale dell’armadio, in genere un pannello sottile di compensato, a contatto con la parete si crea una condizione perfetta per lo sviluppo del fungo: assenza di luce, mancanza di aria e presenza di polvere sono il nutrimento della muffa. D’altronde controllare e pulire dietro l’armadio è praticamente impossibile: situazione ideale affinché la muffa possa riprodursi indisturbata.

Come puoi capire che c’è muffa dietro i mobili se non puoi vederla?

Un campanello d’allarme è sicuramente l’odore fastidioso e putrescente tipico del fungo. Nel caso della camera da letto, fai un’ispezione accurata: sposta comodini, cassettiera e letto, controlla le pareti e se non trovi nulla, armati di pazienza e alleggerisci l’armadio del contenuto per poterlo spostare e verificare la situazione dietro lo schienale. 

Spesse volte puoi accorgerti della muffa sui mobili dalle macchie nere intorno alla cornice delle strutture oppure dalla muffa presente nel contenuto (vestiti, borse, libri etc..). Se il fungo è arrivato all’interno del complemento probabilmente la situazione dello schienale del mobile e della parete sarà disastrosa.

Ma non disperare, c’è una soluzione per tutto!

Di seguito ti spiego cosa fare per eliminare la muffa dal legno.

Togliere la muffa dal legno

Il primo pensiero quando vedi il tuo mobile aggredito da muffa è buttarlo via. In effetti non è un bel vedere e crea anche una sensazione di disgusto. Se il mobile è molto compromesso, ovvero la muffa ha colonizzato tutta la superficie e il contenuto, probabilmente è meglio pensare alla sua sostituzione e a igienizzare bene la parete prima di collocare il nuovo arredo. Nel caso in cui la muffa abbia colonizzato solo il pannello posteriore o sia parzialmente riuscita a penetrare all’interno, allora la soluzione è a portata di mano! 

Sii tempestivo nell’agire, altrimenti rischi di non poter salvare il mobile: non perder tempo e denaro con acqua e detergenti per le pulizie domestiche. L’acqua gonfia il legno e i detergenti chimici a contatto con le spore della muffa possono formare una miscela tossica per la salute. Questi prodotti inoltre potrebbero corrodere il materiale del mobile o essere assorbiti dai pannelli di compensato

Per togliere la muffa dal legno devi usare prodotti specifici che possano creare un ambiente ostile alle spore. Una volta passato il trattamento sul mobile, dovrai utilizzarlo anche sulle pareti interessate. Per essere sicuro che le spore siano state tutte eliminate puoi fare una prova con la piastra Petri: un semplice prelievo con il tampone e la messa in coltura nell’apposito terreno all’interno della piastra sarà la “prova del 9” dell’avvenuta igienizzazione della superficie.

ebook anti muffa

Hai provato in tutti i modi a far sparire la muffa ma è ancora lì? La tua famiglia è in pericolo!

ebook anti muffa

Scarica Gratis il nostro Ebook e scopri come eliminare definitivamente la muffa!

Prodotti antimuffa per legno 

Bastamuffa da anni si occupa di combattere la muffa nelle case dei clienti in maniera definitiva e con prodotti completamente atossici. Tra questi Muffamed Standard e Muffamed Silver sono dei veri e propri trattamenti igienizzanti profondi per il legno, inodori e privi di sostanze pericolose per la salute.

Muffamed agisce in due step:

  1. Il liquido crea sulla superficie un ambiente alcalino avverso alle muffe
  2. I componenti all’interno della formula distruggono le membrane cellulari delle muffe 

Il prodotto è pronto all’uso, le indicazioni sono molto semplici:

  • Munirsi di un pennello
  • Agitare il prodotto prima dell’utilizzo
  • Applicare sulla superficie interessata direttamente sopra la formazione di muffa e anche la superficie circostante (per circa 50 cm)

Mi raccomando, non grattare o strofinare mai la muffa! Eviterai così di diffondere le spore nell’ambiente e, peggio ancora, di inalarle. Con Muffamed e Muffamed Silver non pulisci solo la macchia di muffa, crei un ambiente ostile al suo sviluppo. 

Prevenire la formazione della muffa sui mobili 

Se la situazione muffa ti è sfuggita di mano, potrebbe essere dipeso dalla scarsa attenzione a certe buone abitudini preventive che è sempre consigliabile adottare. Mi riferisco a semplici azioni in grado di prevenire la formazione di muffa e mantenere un ambiente domestico salubre e piacevole.

Nella quotidianità cerca sempre di:

  • Aprire la maggior parte delle finestre di casa e ventilare gli ambienti più volte al giorno
  • Evitare formazione di condensa (utilizzare la VMC e le cappe di aspirazione)
  • Mantenere l’umidità relativa interna intorno al 55%-60%
  • Evitare di stendere la biancheria in casa
  • Asciugare le superfici bagnate quanto prima
  • Ove possibile, lasciare uno spazio di qualche centimetro tra mobile e parete
  • Eliminare i ponti termici (cappotto termico o vernici specifiche di Bastamuffa)

Con questi semplici consigli, potrai giovare di un ambiente asciutto e privo di muffa e anche i tuoi mobili in legno scongiureranno il pericolo del fungo. 

Conclusioni

Ora sai come eliminare la muffa dal legno!

Basta agire rapidamente utilizzando prodotti professionali e atossici, come quelli che ti ho appena descritto. Bastamuffa. Il protocollo Bastamuffa, inoltre, prevede inoltre un trattamento completo per eliminare la muffa dalla tua casa garantito per 5 anni, di semplice utilizzo e 100% naturale. Un metodo efficace e sicuro che elimina il problema alla radice e salva i tuoi mobili in legno dall’odioso fungo.

Muffa in Casa?

Giuseppe Tringali - Bastamuffa

Dal 2010 Bastamuffa aiuta le famiglie italiane a liberarsi della muffa:

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Torna su