Rimedi contro la muffa che non funzionano? Scopri l’unico metodo davvero efficace e definitivo

Leggere solo se sei davvero stanco di combattere e di provare rimedi contro la muffa che non funzionano e vedere così i tuoi sforzi vanificati dopo solo pochi giorni

Il ritorno della muffa ti preoccupa davvero molto anche perchè di rimedi contro la muffa ne hai già applicati ma senza risultati duraturi nel tempo.

Se la muffa è già comparsa una volta sui tuoi muri domestici, non sai quando, ma sai per certo che tornerà.

Ecco perche cerchi una soluzione definitiva che risolva la muffa presente e che non la faccia ritornare mai più.

Rimedi contro la muffa conosciuti fino ad oggi

Anche a te sarà capitato di tentare di eliminare la muffa con i classici rimedi conosciuti contro la muffa .

La candeggina

La candeggina purtroppo pur essendo altamente tossica, è ancora il metodo più utilizzato nei confronti della muffa visibile.

Ma oltre ad intossicarti, fa davvero ben poco contro la muffa.

Anzi, essendo anche corrosiva, contribuisce allo sgretolamento dell’intonaco murario, se si interviene in maniera continuativa.

Così, oltre alla muffa dovrai anche rifare il muro, per evitare danni più gravi alla struttura della casa.

Lo stesso vale per la miriade di surrogati ancora esistenti e che puoi trovare in ferramenta e nei brico.

Contengono come la stessa candeggina, ipoclorito di sodio in porzione variabile con lo stesso effetto tossico ma non di azione definitiva contro la muffa

Soluzioni green

Anche chi sposa i principi green e naturali purtroppo non ha il risultato tanto sperato di evitare alla muffa di riformarsi.

L’unico fattore positivo è il non esserti intossicato con principi chimici e tossici, dannosi alla salute ma non hai ancora raggiunto l’obiettivo: eliminare definitivamente la muffa.

valutazione muffa

Stai ancora cercando di risolvere il tuo problema di muffa e hai già provato i classici rimedi temporanei come candeggina, aceto, acqua ossigenata? Richiedi la nostra assistenza prioritaria compilando il questionario e verrai subito ricontattato.

Acqua per pulire

Anche usare solo acqua per pulire la muffa non ti permetterà di evitarne la ricomparsa.

Contribuire a rendere più umida la superficie muraria con i lavaggi, non fa altro che aiutare le spore a depositarsi sulle zone con superfici umide e fredde e aiutarle così a svilupparne altre.

Non fare nulla: la peggiore delle scelte

Non fare nulla non è neanche da prendere in considerazione, visti gli innumerevoli effetti che la muffa ha sulla salute .

La muffa può infatti causare gravi problemi alla salute a carico dell’apparato:

  • respiratorio, con episodi di tosse, riniti, asma, broncospasmo, naso che cola continuamente
  • oculare, con congiuntiviti e irritazione agli occhi, 
  • dermico, con dermatiti, allergie cutanee, eruzioni cutanee anche pruriginose

Con risvolti negativi anche a carico del cervello con episodi di cefalee, mal di testa ricorrenti e cronici, disturbi della concentrazione (molto frequenti nei bambini), disturbi nei movimenti. 

Se non si interviene neanche tentando di eliminare la muffa dagli ambienti dove vivi, non farai altro che contribuire alla sua diffusione.

Gravi pressioni ci saranno sul sistema immunitario che, arrivato al limite delle forze o in seguito a un indebolimento dovuto ad allergie o a malattie, tramuterà quelli che all’inizio erano solo i primi segnali della muffa, in episodi sempre più frequenti e cronici fino ad arrivare alle malattie.

I pannelli

L’azione limite di non vedere più la muffa, oscurandola alla vista, con pannelli di varia natura, non ti aiuterà nell’intento di eliminarla.

La muffa farà peggio. 

Non essendo più visibile (vista l’applicazione del pannello) ma essendo ancora “viva”, continuerà a crescere.

Ti risulterà facile accorgerti che la muffa c’è ancora quando trapelerà nella sottilissima fessura tra pannello e pannello o addirittura, sopra al pannello stesso. 

La muffa nascosta ha agito diffondendosi ancora di più, creando un vero e proprio impero di spore e così continueranno, fino a quando deciderai di togliere QUEL pannello.

A quel punto però potrai fare ben poco.

Contaminazione muffa
Questo è quello che accade quando non si interviene tempestivamente sulla muffa oppure quando si applicano dei pannelli e la muffa cresce dietro.

I pannelli creano contaminazioni

La semplice mascherina e i guanti, compagni di azione che dovrebbero essere sempre presenti in ogni operazione contro la muffa, vista la sua tossicità  (o almeno così si spera) non ti proteggeranno più.

Ti servirà una tuta antisommossa e un igienizzante davvero attivo contro tutte quelle spore, se vorrai evitare una vera e propria contaminazione di spore.

Per contaminazione si intende trasferire le spore attive della muffa che hanno la potenzialità di formarne altre, da una superficie ad un’altra che per condizioni risulta a sua volta idonea allo sviluppo di altre e nuove spore.
Continuando così a garantire nuova vita alla muffa.

Ecco perché se la muffa viene “lasciata a se stessa” o trattata con metodi inefficaci, può risultare evidente in altre zone della stessa stanza, magari in pareti interne che non presentano ponti termici.

O peggio, contaminare corridoi o stanze limitrofe alle zone dove ha avuto origine il problema.

Come evitare che la muffa si formi e utilizzare rimedi contro la muffa davvero efficaci

Alla luce di quanto descritto sopra,e considerata la tua esperienza diretta con la muffae i rimedi contro la muffa che non hanno mai funzionato, penserai che non ci sia una soluzione.

Se continuerai con questi metodi, infatti la muffa ritornerà.

Ormai li conosci, li hai già provati e non funzionano.

Lo sai per certo.

Hai allora necessità di agire contro la muffa, in maniera differente.

La svolta è un metodo diverso in grado di vedere la muffa da un altro punto di vista.

Interpretandone gli effetti della muffa come essere vivente e non semplicemente eliminando una macchia visibile, come invece è stato fatto fino ad oggi.

La nuova visione, andrà ad agire su quelle che sono le cause che permettono alla muffa di svilupparsi.

Interrompere quindi il ciclo vitale della muffa, è la soluzione.

L’uomo riesce ad intervenire sui presupposti fondamentali che permettono alla muffa di alimentarsi e progredire, sviluppandosi.

Il metodo BASTAMUFFA

Ed è proprio a questo step che si mostra necessario il metodo Bastamuffa.

Si tratta di una svolta di pensiero e di azione volto a:

  • analizzare la muffa “in piccolo”, tramite campionamenti esistenti e constatando la situazione a livello di contaminazione da spore nell’aria della stanza con il problema, grazie alle piastre di Petri
  • raccogliere dati visibili entro 7 giorni dalla semina e dal campionamento dell’aria raccolta
  • interpretare l’esito dei risultati grazie ad un tecnico che ti aiuterà a definire il “piano di battaglia” su misura per te.
  • applicare e testare i prodotti previsti per il trattamento e valutare come agiscono sulla tua muffa 
  • procedere poi con il trattamento vero e proprio, pensato su misura e in base al reale problema di muffa (che sarà diverso da un altro)

Tutto questo è presente nel KIT DI ANALISI.

kit analisi muffa
Analizzare la muffa vuol dire scoprire come agisce e quanto di sta diffondendo nella tua casa. Scopri se l’aria di casa è contaminata da spore di muffa con il nostro kit di analisi.

Uno speciale box con all’interno tutto l’occorrente per fare la prova “da piccolo chimico” della tua muffa, raccogliere dati utili per capire il tuo caso specifico e risolvere così il problema in maniera definitiva con la sicurezza di un sistema garantito di 5 anni sul risultato.

Non rimanere prigioniero della muffa!

Combattila e risolvila una volta per tutte con prodotti sicuri per la salute tua e della tua famiglia.

Non si può fare nulla affinché la muffa non esista in natura, ma tanto puoi fare per evitare che si formi negli ambienti dove vivi.

Soprattutto se a starci per tanto tempo durante la giornata sono proprio i tuoi bambini i quali sono molto più facilmente suscettibili e sensibili di te, alle azioni tossiche della muffa.

Agisci ora! 

FAQ domande frequenti muffa
Hai domande sulla muffa a cui non trovi risposta? Leggi in un minuto le nostre domande frequenti sulla muffa e diventa subito un esperto 😉

Lascia un commento

Chiudi il menu